Migranti. Martello: “La voce di Lampedusa al Forum di Marrakech”

“Lampedusa ha sempre garantito accoglienza ai migranti e sta continuando a farlo ancora oggi, ma non può essere lasciata sola! I territori di frontiera hanno esigenze specifiche e vanno sostenuti: bisogna costruire una ‘rete’ fra i comuni e gli enti locali impegnati sullo stesso fronte”. È uno dei passaggi dell’intervento che Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa, ha tenuto oggi nel corso del 5th Mayoral Forum of human mobility, migration and development, l’incontro fra sindaci e amministratori di tutto il mondo in corso a Marrakech sul tema dei migranti e dei rifugiati. L’evento rientra nell’ambito della Migration week, la settimana di appuntamenti che si concluderà l’11 e 12 dicembre con la firma del Global Compact for Migration.

“Al forum di Marrakech tra le esperienze di tante città del mondo – aggiunge Martello – c’era anche quella di Lampedusa. È stata un’occasione importante e prestigiosa per far sentire la voce della nostra isola alla comunità internazionale”.

Martello è stato l’unico sindaco italiano ad intervenire nel corso dei lavori del Forum, e ha rilanciato la proposta di istituire il 3 ottobre (giorno in cui, nel 2013, morirono oltre 360 migranti di fronte Lampedusa) quale “Giornata Europea della Memoria e dell’Accoglienza”.

A margine del vertice sul Global Compact for migration si sono svolti vari eventi istituzionali, tra i quali il quinto Mayoral Forum on Human mobility, Migration and Development, al quale ha preso parte anche Salvatore Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa (qui il comunicato del primo cittadino).