Mehret e Roberta al Festival del Giornalismo di Perugia

Mehret di Le Reseau
Mehret di Le Reseau racconta Voci di Confine

Mehret e Roberta, le loro storie ed esperienze hanno fatto breccia al Festival del Giornalismo di Perugia. L’evento “Lercio Vs Giobbe. Migrazioni e Invasioni, tra satira e fake news” (vedi il video dell’incontro attraverso Facebook), organizzato da Amref in collaborazione con Lercio, ha dato spazio al lancio della campagna Voci di Confine e alla possibilità di raccontare alcune storie di confine, in Uganda e Sud Sudan. Protagoniste di questi racconti Mehret Tevolde dell’organizzazione Le Reseau – partner del progetto Voci di Confine – e Roberta Rughetti, capo programmi di Amref Italia.

Quello di domenica 15 aprile a Perugia, è stato un appuntamento con la satira, sulle sfide che ci pone la questione migrazione. Dalla raffica di notizie dichiaratamente false dello speciale tg Lercio, lette da Giobbe Covatta, al palco del Festival. Dal virtuale al live, si è rinnovata la collaborazione tra l’attore, Lercio e Amref. Quello di Perugia è stato un evento che ha pescato la sua cifra stilistica nelle cinque puntate del telegiornale satirico, in onda sul web nel 2017.

Notizie false che raccontavano un po’ della società in cui viviamo quelle di Lercio, media satirico italiano di news di taglio umoristico, comico e grottesco che fanno il verso agli articoli tipici della stampa sensazionalistica. La cifra stilistica di Lercio – il cui profilo Facebook ha raggiunto 1 milione di fan – ha fatto pensare alle campagne sociali di Giobbe Covatta con Amref. Da qui è nata e si rinnova la collaborazione.

L’attore e storico testimonial di Amref Giobbe Covatta è da anni al centro di una discussione molto animata sui social, che ha come tema la migrazione. Lui – paladino da sempre degli africani – avrebbe dichiarato frasi contro i migranti. Dichiarazione divenuta virale, tanto da spingere Giobbe Covatta, diverse volte, a smentire pubblicamente, delle parole che palesemente non sono sue e non lo rappresentano.

Sul palco, il gioco di battute e improvvisazione tra Lercio e Giobbe, ha lasciato spazio anche ad alcuni brevi ted talk di pura realtà – “momenti verità” – con il contributo, tra gli altri di David Puente – blogger e debunker -,  di Mehret Tevolde – che per   la campagna Voci di Confine, ha raccontato la sua storia di migrazione –  e Roberta Rughetti – Capo Programmi di Amref Italia – parte della più grande organizzazione no profit che si occupa di salute in Africa. Un evento di Amref Health Africa in collaborazione con Lercio.

Roberta Rughetti di Amref
Roberta Rughetti di Amref

Mehret ha raccontato del suo “magico” incontro con Eduardo De Filippo. Incontro che le ha cambiato la vita – nei suoi primi anni in Italia, sua madre lavorava come governante presso la casa dell’attore e autore napoletano – e attraverso degli snodi cruciali le ha insegnato il significato della parola “dignità”. Voci di confine racconterà a breve l’intera storia di Merhet, intanto lei ha colto l’occasione del Festival per parlare del lancio della campagna, il 23 aprile. Roberta Rughetti, partendo dal clima d’odio nei confronti delle organizzazioni umanitarie e la polemica nata in seguito alla definizione di “taxi del mare”, ha raccontato la sua esperienza da cooperante. Ricordando alcuni modelli di accoglienza come quello ugandese, che sta sopperendo alla crisi umanitaria del Sud Sudan, e altre voci di confine che possono insegnare a far restare “umano” il nostro pianeta.

Sala dei Notari Festival di Perugia
La sala dei Notari qualche attimo prima dell’inizio dell’evento